È stata grande la gioia di accogliere P. Simone Bruno, giovane sacerdote di origini sarde e attualmente operante nella missione di S. Paolo, in Brasile, per la sua prima Messa in terra friulana, a distanza di alcuni anni dalla sua formazione di giovane missionario nella comunità di Pordenone. 
Diverse persone han voluto essere presenti alla Celebrazione, mosse da grande affetto per P. Simone, perché istintivamente entra nel cuore per la sua comunicatività spontanea, per la sua gioia contagiosa, per la sua accoglienza senza riserve. Ma nella sua nuova veste di sacerdote ha rivelato anche la profondità d’animo, che si è colta nella riflessione sulla realtà umana dell’abbraccio, segno visibile dell’abbraccio infinito di Dio Padre, che vuole raggiungere ogni creatura sulla terra, per donare pace, gioia e salvezza. 
P. Simone ha poi descritto assieme ad altre due missionarie, Daniela Camuffo e Federica Vio, anch’esse attualmente presenti nella comunità di S. Paolo, la realtà brasiliana, con i suoi punti di forza e di debolezza, con i suoi bisogni e le sue risorse, utilizzando alcune immagini.
Al termine della celebrazione il saluto per il loro ritorno in Brasile è stato carico d’affetto e di preghiera: che il Signore continui a rendere feconde le loro vite e facendone strumenti della sua misericordia.