Più di 80 persone, tra adulti, giovani e bambini, hanno vissuto nella nostra Comunità di Vedrana il capodanno in un clima di famiglia internazionale


La serata del 31 dicembre è stata un'occasione di condivisione: di tempo insieme, culture, cibo di diverse nazioni, danze da diverse parti del mondo e giochi.

Tutte queste cose ci hanno fatto sentire sia a casa che a contatto con il tesoro grande che portano le altre persone, ci siamo sentiti un'unica famiglia. 

Ognuno ha contribuito portando qualcosa di sé: parole, cibo tipico del proprio paese, musica.
 

 


Ognuno diverso e per questo importante per rendere questa festa ricca e speciale.

Prima della mezzanotte abbiamo pregato insieme con parole portate da religioni e cuori diversi per uno stesso obiettivo: la pace.


Questa la preghiera in lingua italiana

Quando abbiamo pensato ad una preghiera per la pace da rivolgere a te, o Signore,
il primo pensiero è stato quello di pregare per la  pace nel mondo.
Ma ci siamo accorti di quant'è già difficile per noi,
vivere nella pace con le persone che abbiamo accanto, gli amici e i famigliari.
Siamo persone deboli, ma anche orgogliose e testarde,
e invece di costruire ponti ci perdiamo ad innalzare muri. 
Prenderci per mano, Signore e  insegnaci la strada
per togliere pietre dai nostri muri e costruire pace: pace  nel nostro cuore, pace nelle nostre relazioni.
Aiutaci, o Signore, ad aprire gli occhi e le orecchie per vedere e ascoltare
non solo chi é davanti a noi ma anche chi é distante da noi,
la lontananza geografica o la differenza sociale
ci portano a non vedere e a non accorgersi delle sofferenze di tanti uomini, donne e bambini.
Aiutaci a non dimenticare che ogni persona è un fratello,
e ogni fratello merita dignità e giustizia.

 

 

Facebook
Missione Albania
Centro missionario diocesano Forlì