"Una nuova modalità di presenza e di servizio alla Diocesi, a partire dal 2020". Padre Amedeo Porcu spiega come si articolerà la Comunità di Pordenone dal prossimo anno


Dal 2015, in linea con il mandato ad gentes, la Comunità Missionaria di Villaregia ha scelto di rafforzare maggiormente l'impegno oltre i confini dell’Italia.

 

Per questo nel 2017 ha preso avvio la missione di Ouagadougou (che oggi conta 4 missionari e 2 missionarie, alle quali se ne aggiungeranno presto altre due) ed entro la fine del 2019 inizierà la collaborazione con la prefettura apostolica di Robe, con 5 missionari inviati in Etiopia

 

Nel frattempo, abbiamo intrapreso un percorso di discernimento circa la nostra presenza in Italia, percorso condiviso con i membri della Comunità in occasione dei raduni estivi negli ultimi due anni.

 

Le motivazioni che hanno guidato la nostra riflessione sono:

  • la maggior consapevolezza da parte di sposi missionari e missionari nel mondo del loro fondamentale ruolo di custodi della Comunità attraverso la loro reale presenza sul territorio, anche in assenza di "case di pietra";
  • l'opportunità da parte dei nostri membri aggregati (volontari e amici della missione) di giungere a un più attivo protagonismo nella trasmissione del carisma della Comunità, in rete con le altre realtà presenti sul territorio e nella loro chiesa locale;
  • il desiderio di accogliere le sfide e le urgenze della missione attraverso una maggiore flessibilità da parte dei missionari e delle missionarie, da ogni luogo verso ogni luogo.

Dopo un costruttivo cammino di condivisione, impernianto sugli elementi sopra citati, siamo giunti alla conclusione di avviare nella Diocesi di Concordia Pordenone una nuova modalità di presenza, a partire dal 2020.

 

I missionari e le missionarie continueranno il loro impegno al fianco dei membri aggregati, così come a sostenere il cammino di sposi e missionari nel mondo. Continuerà l'attività di animazione e quella di accompagnamento dei gruppi missionari, sia nella diocesi di Pordenone che in quelle limitrofe.

 

La sede della Comunità in tanti anni ha svolto un prezioso servizio per la missione: la formazione di tanti di noi, l’accompagnamento di giovani, coppie e adulti, il servizio di animazione nelle parrocchie e quello di educazione alla mondialità nelle scuole, una fonte quasi inesauribile di doni della Provvidenza. Continueremo a offrire ai nostri membri punti di ritrovo e di riferimento per le diverse attività.

 

Ovviamente il frutto più prezioso, che resterà inattaccabile dal tempo, sono le vocazioni missionarie nate e le tante persone che ancora oggi accompagnano e servono il lavoro in missione, o si impegnano sul territorio e nella Chiesa locale, grazie alla formazione ricevuta in tanti anni.

 

p. Amedeo Porcu