Martedì 4 febbraio si è tenuto il terzo incontro del ciclo “All’ombra del Baobab”. "In viaggio verso la libertà" è stato il tema affrontato dallo scrittore Fawad e Raufi


Le serate, organizzate dalla Caritas diocesana di Pordenone, dalla Comunità Missionaria di Villaregia e dal Centro Missionario Diocesano, hanno lo scopo di formare, informare e far riflettere su temi sociali a carattere missionario.

Il relatore dell’incontro di martedì è stato Fawad e Raufi, giovane scrittore afgano, che ha affrontato un lungo viaggio a piedi verso l'Italia per conquistare la libertà.


Non riuscendo più a vivere in un Paese in cui una guerra senza fine ha distrutto la fiducia e l’identità di un popolo, dove ogni minuto potrebbe essere l’ultimo e “chi è povero è destinato a morire”, Fawad è partito dall’Afghanistan senza documenti, per un viaggio in cui “non si sa se si torna”.

Senza certezza del domani, ha lasciato tutto “verso qualcosa di importante”, in cerca di pace e con la speranza di trovare aiuto in Europa, per gli ideali di libertà, democrazia e fraternità ai quali aspirava.

 

Fawad ha raccontato un viaggio doloroso durato mesi, durante il quale è stato detenuto e subìto privazioni di ogni genere. Ma non sono mancati i momenti di incontro e di fratellanza: “Dopo aver viaggiato a lungo con i pensieri prima di partire, leggendo e studiando, il viaggio reale mi ha fatto conoscere la vita”, ha spiegato Fawad. “Se perdessi la speranza, perderei tutto”, ha aggiunto, sottolineando l’importanza di vedere sempre il lato buono che spinge ad andare avanti.


L'ultimo appuntamento con il ciclo “All’ombra del Baobab” è venerdì 6 marzo alle 20.30 presso la sede della Caritas di Pordenone, in via Madonna Pellegrina. Ilaria Galbusera, giovane pallavolista e capitano della Nazionale Italiana Sorde, ci condurrà in viaggio con lo sport come strumento di inclusione.