Il 16 marzo si è concluso il progetto "Diventa anche tu cittadino del mondo", che ha visto i ragazzi del catechismo delle elementari e delle medie della Parrocchia di S. Angela Merici confrontarsi con l'interculturalità


Il percorso ha coinvolto dallo scorso novembre circa 150 ragazzi, che hannno incontrato i missionari della Comunità di Lonato del Garda in più occasioni, all'interno dei quali hanno affrontato il tema "Madre tierra", sul diritto alla terra e land grabbing, e hanno visitato il villaggio "Le periferie del mondo", percorso che illustra le condizioni di vita di uomini e donne che abitano i sobborghi di alcune grandi città dell’America Latina e dell’Africa.

Lo scopo del percorso formativo è stato quello di aiutare i ragazzi a prendere coscienza della relazione che esiste tra sé e la realtà circostante, per sentirsi sempre più responsabili di sé, degli altri e della nostra casa comune.

Dopo il primo incontro di sensibilizzazione, i ragazzi hanno dapprima pubblicizzato la raccolta alimentare "La Spesa del cuore" nei rispettivi quartieri e, in un secondo tempo, hanno ritirato porta a porta generi alimentari e prodotti per l’igiene personale destinati alle famiglie in difficoltà in Italia, Perù e Mozambico.

 

Nel contempo, anche don Damiano Busselli, della Parrocchia di S. Angela Merici, ha invitato i parrocchiani ad aderire a questa iniziativa di solidarietà.

L’ultimo ritrovo a Lonato del Garda ha visto ragazzi, catechisti e genitori all’opera per smistare e inscatolare quanto raccolto nei mesi precedenti per l’invio nelle missioni in cui opera la Comunità all'estero.

 

Di seguito alcune esperienze di ragazzi e genitori:

 

“Visitare il villaggio missionario è stata una bella esperienza. Abbiamo capito che la terra è un bene prezioso che va rispettato… Anche noi, invece di lamentarci, visto che abbiamo tutto, dobbiamo imparare ad aiutare gli altri”

 

“È stato interessante visitare il villaggio e renderci conto di quanta povertà e sofferenza c’è nel mondo.

 

L’immondezzaio mi ha davvero colpito e mi ha fatto riflettere molto. È importante che i nostri ragazzi, che vivono nel benessere totale, si rendano conto di quanto anche loro possono fare per gli altri e siamo noi genitori, con il nostro esempio, ad insegnargli a prendersene cura”

 

 


Ti potrebbero interessare anche:

Mondialità nelle parrochie e oratori, le proposte per i ragazzi del catechismo

La Spesa del Cuore, un'iniziativa solidale!