Il 23 aprile abbiamo vissuto insieme il terzo sabato della misericordia, guidati magistralmente dalla dott.ssa Lidia Maggi, teologa-pastora della Chiesa Battista-Valdese. È sposata, ha quattro figli e abita a Varese.

La dott,ssa Maggi è molto conosciuta e apprezzata per le sue conferenze, per i libri che scrive e soprattutto per l’ecumenismo che vive e trasmette con competenza e spontaneità.

Il tema dell’incontro riguardava “La misericordia e il volto materno di Dio”.

La relatrice ha sottolineato, alla luce di alcuni testi biblici, come e quanto la misericordia sia coniugata al linguaggio femminile perché sempre sa aprirsi alla vita.

Nella natura l’amore materno – riflesso della maternità divina – non si limita solo al movimento naturale, istintivo, ma è frutto di una scelta voluta, pensata, qualcosa che viene dall’alto, perché ogni vita è dono di Dio.

Da teologa-biblista convinta, la Maggi ha “riletto” con noi l’Esodo della Scrittura che è un paradigma importante per Israele e per noi. Infatti in esso Dio vede la sofferenza del suo popolo in Egitto, ode il suo pianto e interviene, lo libera, lo salva con amore di madre.