Domenica 15 Maggio a Rosà, piccolo centro del Vicentino, è stato giorno festa!

Sì, perché Valentina Guidolin è tornata da Yopougon (Costa D’Avorio) per vivere assieme alla famiglia e alla parrocchia d’origine la sua consegna definitiva a Dio nella Comunità Missionaria di Villaregia.

Il suo cammino, iniziato nel 2005 nelle comunità in Italia dove ha potuto frequentare gli studi teologici, l’ha preparata per raggiungere i fratelli africani, dove da tre anni dona la vita lavorando nella pastorale e nel Centro medico.

Felice di portare la sua testimonianza “africana”, ci ha radunato nel Duomo di Rosà, per innalzare insieme la lode a Dio per la sua chiamata e per la consegna della vita.

Ha presieduto alla celebrazione P. Mauro Draghi, responsabile della Comunità in Lonato( Brescia) e conoscitore del cuore africano, essendo egli da poco rientrato dall’Africa, assieme al parroco e a tre sacerdoti amici che avevano accompagnato la crescita di Valentina.

Nella celebrazione semplice ma molto partecipata, ci siamo sentiti tutti coinvolti perché ci ha richiamato al valore dell’offerta di un “sì” di una vita giovane, pronunciato per amore, pronta a spendersi assieme ai fratelli di comunità con cui Valentina è chiamata a vivere.

 Nel suo “eccomi”, ha scelto di offrirsi totalmente a Dio attraverso i voti di obbedienza, di castità e di povertà, certa dell’amore Provvidente di Dio.

Con il voto di Comunità per la Missione ad Gentes si è impegnata a portare a ogni uomo l’amore di Dio.

L’applauso che è sgorgato spontaneo, era unito alle lacrime di gioia di tutti noi, in particolare di mamma Marina e papà Luigi, che nella loro commozione, hanno lodato e ringraziato Dio.

Con loro ci siamo uniti per chiedere la fedeltà e la fecondità per la vita di Valentina. Possa essere sempre testimone dell’amore ai fratelli che incontrerà nella sua vita, accompagnata dalle nostre preghiere. Auguri Valentina! (Elsa, sposa missionaria)