Dopo circa 20 anni dalla produzione del grande affresco che caratterizza la Chiesa di Saint Laurent (a Yopougon, Costa d'Avorio), gli autori di questa bellissima opera sono tornati per rimetterla a nuovo e non solo...il maestro Paolo Orlando, amico della comunità e iconografo di professione e Carillo Volpato, missionario della CMV.


Grazie alla maestria e all'impegno del maestro Paolo Orlando e del missionario Carillo Volpato, l’affresco nella chiesa di Saint Laurent è ritornato al suo primo splendore. I due artisti hanno inoltre abbellito ulteriormente la chiesa.

Paolo, Carillo e Felix (un operaio della parrocchia) hanno lavorato per tre settimane con molto impegno e spirito di servizio e in un clima di gioiosa collaborazione. "Dipingere icone richiede una certa spiritualità perché l’iconografia - spiega Paolo - è più che un’arte: significa dipingere immagini per la preghiera delle comunità cristiane che conservano la memoria del volto di Gesù. Lodare Dio davanti un icona permette ai cristiani di pregare ad occhi aperti.
 


Quale il messaggio lasciato ai fratelli della Costa d'Avorio attraverso queste immagini sacre?

“Dio - spiega Paolo - nessuno l’ha mai visto, come dice l’apostolo ed evangelista S. Giovanni, ma Egli ha voluto farsi vedere. Alla Chiesa (alla comunità dei suoi discepoli) sono state affidate le sue parole, il suo modo di rapportarsi a Pietro e ai Dodici, a una comunità gerarchizzata, i suoi gesti rituali e il ricordo del suo Santo Volto. In breve, nella Chiesa Cattolica, osserviamo stupefatti e conserviamo con cura le molteplici forme della Presenza di Dio, che si è fatto uomo e tra gli uomini ha una stabile dimora. Noi non adoriamo le immagini sul muro, né le statue o altre immagini dipinte. Noi adoriamo l’Unigenito Figlio del Padre - luce da luce, Dio vero da Dio vero - ed amiamo la sua immagine”.
 


Paolo, Carillo e Felix hanno voluto inoltre offrire un piccolo laboratorio di iconografia ai missionari e giovani della parrocchia, esperienza di incontro con il volto di Gesù, fatta in un clima di preghiera, accompagnati dalla Parola e dalla conoscenza della spiritualità dell'icona.
 


Il laboratorio di iconografia e le icone realizzate dai missionari e giovani della parrocchia


La Parrocchia ha accolto con molta gratitudine il dono fatto da questi fratelli, molti hanno accompagnato con la preghiera, altri con piccoli doni, altri esprimendo personalmente la meraviglia e l’apprezzamento per il lavoro fatto. Anche come Comunità possiamo ringraziare per la loro presenza e lo scambio di conoscenza, esperienza e saggezza che ci hanno potuto regalare. Che queste immagini possano parlare a tutti coloro che entrano nella nostra Chiesa, voce di un Dio che “ha voluto farsi conoscere”!