cmv yopougon evangelizzare missionari

400 famiglie dei villaggi di Kpanda e Kaka hanno accolto, durante una tre giorni di evangelizzazione, i missionari e ragazzi del GimVi Giovani. Un’esperienza di comunione e missione vissuta testimoniando la gioia del Vangelo e l’amore di Dio.


30 giovani del Gruppo Missionario Giovani, accompagnati dai missionari p. Gabriele Grando, Ednalva Moreira, Laurence Goh, p. Domenico De Martino e Valentina Guidolin, hanno intrapreso un’attività di evangelizzazione nei villaggi di Kpanda e di Kaka, nella zona sud-est della Costa D’Avorio.
 


Il distretto delle Lagune è una divisione amministrativa della Costa D'Avorio e si trova nel sud-est del Paese.
Convivono diversi gruppi etnici: Ebrie, Attie, Alladians, Ahizis, Avikams, Adioukrous, Abidjis, Krobous, Mbatos e Abes.

 

LA PREPARAZIONE - Il gruppo, prima di partire, ha vissuto tre giorni in Comunità per prepararsi e organizzare insieme le attività. Obiettivo? Ednalva racconta: “Il nostro intento è stato quello di aiutare i ragazzi del GimVi a vivere un’esperienza di comunione e missione, a mettersi in gioco, testimoniando la gioia del Vangelo”.
 

ACCOGLIENZA CALOROSA - “Il parroco del villaggio di Kpanda ci ha accolto molto bene, – racconta sempre Ednalva – durante la nostra permanenza abbiamo incontrato anche il consiglio pastorale e il capo cristiano del villaggio di Kaka. Siamo stati accolti da tante famiglie e le comunità cristiane di base di sono organizzate per darci vitto e alloggio”.
 

LE ATTIVITA' - I missionari e i giovani hanno visitato, durante la tre giorni, circa 400 famiglie e, al pomeriggio, hanno programmato attività di gioco e formazione con i bambini e i giovani del posto. Una sera è stata organizzata la processione e uno spettacolo missionario: canti, balli, musiche e testimonianze…una serata bellissima alla quale hanno partecipato tantissime persone.
 

GRATITUDINE - “Grazie per la vostra presenza che ci unisce  – ha affermato un abitante del posto – e arriva come occasione per riunire la gente. Ci avete incontrato e con tutti noi siete stati accoglienti e avete svolto attività a favore di tutti dando così testimonianza di vero amore”.


GUARDA LE FOTO!

 

ESPERIENZE CHE TOCCANO IL CUORE - “Di solito siamo abituati a ricevere, – sottolinea un giovane del gruppo missionario – ma, invece, questa esperienza ci ha dato la possibilità di donare, andare casa per casa e condividere la nostra fede e la gioia che portiamo nel cuore”.

“Quello che più mi ha colpito – racconta un’altra giovane – è il fatto che le famiglie ci hanno accolto come inviati di Dio, sono state molto gentili e, insieme, abbiamo potuto dialogare e conoscerci, avere uno spazio di scambio nel quale tante persone hanno condiviso con noi sofferenze e vicende familiari, hanno chiesto preghiere. E’ capitato, inoltre, che alcune persone, non trovandosi in casa durante la nostra visita, siano venuti a cercarci per chiederci di tornare a casa loro per pregare e chiaccherare insieme. E’ stato meraviglioso!”.

Ednalva racconta: “E’ stata un’esperienza di abbandono in Dio, di fiducia nella sua Provvidenza, perché, durante i tre giorni di attività, non avevamo abbastanza da mangiare. Nonostante questa carenza, i giovani hanno voluto acquistare giocattoli per bambini anziché cibo. E’ stata una gioia vedere la risposta d’amore di Dio…non è mancato nulla e le persone incontrare hanno condiviso con noi ciò che avevano per darci la possibilità di mangiare e bere”.
 

 
Attività di gioco per i bambini nel villaggio
 


Scopri alcuni dei nostri progetti attivi in Costa D’avorio: