Educazione alla mondialità e allo sviluppo
La Comunità Missionaria di Villaregia offre percorsi formativi di educazione alla mondialità che si prefiggono di aiutare i ragazzi delle scuole primarie e secondarie a confrontarsi con le differenze culturali che incontrano quotidianamente, crescendo nella capacità di accogliere e rispettare la diversità.

I progetti di educazione alla mondialità affrontano le tematiche dell’intercultura, dell’approccio alla diversità, la pace, la globalizzazione, la povertà, la solidarietà, la sobrietà, il lavoro minorile, il razzismo i diritti dei bambini, la fame e lo spreco alimentare e l’immigrazione.  

Realizzati in collaborazione con la COMIVIS Onlus (Comunità Missionaria di Villaregia per lo Sviluppo), essi prevedono degli interventi in classe con moduli adattabili in base alle esigenze della scuola. Testimonianze, materiale audio visivo, laboratori, giochi di simulazione e contatto diretto con oggetti provenienti da altre culture, rendono gli interventi dinamici e adatti ai bambini e ai ragazzi.


Il mondo che vorrei

  • Obiettivo: offrire agli studenti un approccio positivo ai temi dell’intercultura e della mondialità, stimolando in loro la valorizzazione della diversità e il desiderio di essere protagonisti nella costruzione di un mondo più giusto e fraterno.
  • Metodologia: Un relatore esperto in classe fa svolgere schede operative, utilizzo di sussidi audio e multimediali.
  • Durata: 2 incontri di 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 40
  • Destinatari: ragazzi della IV e della V classe della scuola primaria

L’albero della pace

 

  • Obiettivo: educare alla pace nel mondo partendo dalle nostre relazioni più vicine, la pace nasce da un seme che l’uomo deve coltivare.
  • Metodologia: modalità attiva, schede operative, video, proiezioni.
  • Durata: 2 incontri di 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 40
  • Destinatari: ragazzi della scuola primaria (a partire dalla classe II)   

Non più soli ma solidali

  • Obiettivo: presentare i vari volti dello squilibrio sociale e i paradossi dell'economia moderna e proporre un concetto di sobrietà e solidarietà tra i popoli.
  • Metodologia: modalità attiva, sussidi multimediali
  • Durata: 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 50
  • Destinatari: scuola secondaria di I e II grado

Mettiti in rete

  • Obiettivo: introdurre il concetto di globalizzazione a livello culturale, economico e sociale.  Sensibilizzare gli studenti al tema degli squilibri tra Nord e sud del mondo, accrescendo in loro la consapevolezza che le scelte personali hanno una ripercussione sul mondo intero. Stimolare l’approccio alla cittadinanza responsabile.
  • Metodologia: attiva e sussidi multimediali
  • Durata: 2 incontri di 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 30
  • Destinatari: ragazzi della scuola secondaria di I grado

I bambini lavorano?!

  • Obiettivo: far conoscere e riflettere sulla problematica del lavoro minorile attraverso la storia di Iqbal (ragazzo pakistano ucciso perché denunciava la mafia dei tappeti).
  • Metodologia: sussidi audio e multimediali, schede operative.
  • Durata: 1 incontro di 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 40
  • Destinatari:  scuola primaria

Ubuntu - io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti

  • Obiettivo: conoscere i fenomeni di incontro-scontro tra culture e razze. Affrontare la problematica del razzismo e valorizzare l’integrazione con alterità.
  • Metodologia: intervento diretto con sussidi multimediali, schede interattive, brainstorming, dinamiche di gruppo.
  • Durata: 1 o 2 incontri di 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 50
  • Destinatari: ragazzi della scuola secondaria di I e II grado

Il cammino della solidarietà

  • Obiettivo: far vivere ai ragazzi un percorso di uscita da se stessi verso gli altri e in particolare verso i poveri del mondo, facendo nascere il desiderio della solidarietà. Si simula un viaggio per le strade di una città.
  • Metodologia: materiale grafico
  • Durata: 1 incontro di 1 o 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 40
  • Destinatari: ragazzi della scuola primaria

Una casa per tutti

  • Obiettivo: riflettere sul diritto alla ad avere una casa attraverso la scoperta delle case dei popoli del mondo
  • Metodologia: modalità attiva, schede operative, sussidi.
  • Durata: 2 incontri di 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 40
  • Destinatari: ragazzi della scuola primaria (a partire dalla II classe)

Quando i diritti vanno storti

  • Obiettivo: far conoscere agli alunni la situazione dell’infanzia nel mondo attraverso il filo conduttore dei diritti e dei doveri dei bambini. Ci si riferisce principalmente alla situazione dell’infanzia in Brasile.
  • Metodologia: modalità attiva, gioco di ruolo, schede operative, sussidi multimediali
  • Durata: 2 incontri di 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 40
  • Destinatari: ragazzi della scuola primaria (classi III, IV e V)

Cibo per tutti

  • Obiettivo: stimolare alla riflessione sul tema del diritto al cibo. Sensibilizzare al problema della fame nel mondo. Conoscere lo “spreco”.
  • Metodologia: gioco di ruolo, schede operative e sussidi multimediali
  • Durata: SCUOLA PRIMARIA: 1 incontro di 1 o 2 ore  -  SCUOLA SECONDARIA DI 1° E 2° GRADO: 1 incontro di 2 ore  o 2 incontri di 2 ore
  • Numero partecipanti: massimo 40

Intrecciamoci: io + tu = noi

  • Obiettivo: Approfondire le dimensioni del fenomeno migratorio e le cause a livello locale e mondiale. Entrare in contatto con i richiedenti asilo politico. Promuovere l’integrazione e l’interculturalità attraverso iniziative concrete di volontariato sul territorio.
  • Durata: è possibile scegliere tra due modalità:
    • modalità A: 1 incontro di 2 ore in classe e una giornata presso il centro missionario
    • modalità B: 2 incontri di 2 ore in classe
  • Metodologia: spiegazione del fenomeno migratorio, testimonianza da parte di richiedenti asilo, visita al centro di accoglienza, lavoro di volontariato insieme ai richiedenti asilo.
  • Destinatari: scuole secondarie di I e II grado

 

  • Obiettivo: far conoscere la figura di Annalena Tonelli, la sua vita, le sue motivazioni. Stimolare i giovani nel cercare un senso alla propria vita e suscitare in loro il desiderio di “fare qualcosa” per i poveri della propria città e del mondo.
  • Durata: 2 ore di incontro distribuite in un'unica lezione oppure in due sessioni da un'ora ciascuna.
  • Metodologia: presentazione frontale, visione di un filmato, presentazione con Power Point e un momento di riflessione personale e condivisione.
  • Destinatari: scuole secondarie di II grado (in particolare classi quarte e quinte).

Contattaci: ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno

Chiama o scrivi a: Roberta tel. +39.370.101.3050 - info@villaregia.org

 

**Abbiamo a cuore la tua privacy. Leggi l'nformativa.


Ti potrebbero interessare anche: