Raduno della Comunità Missionaria di Villaregia 2018

Aria di festa a Villaregia per i missionari e le missionarie delle 7 comunità italiane convenuti al raduno annuale, dal 7 al 15 luglio.


Giormate di formazione permanente - La prima giornata, dedicata al tema della formazione permanente si è aperta con  l’esortazione di P. Amedeo a vivere questi giorni come momento di formazione permanente:

"In queste giornate vivremo vari momenti di riflessione e di scambio ma è fondamentale che ciascuno prenda coscienza del desiderio che abita il suo cuore; di quel desiderio profondo che suscita le parole, promuove le azioni, impronta tutta una vita.  Il mio desiderio è che possiamo crescere insieme nell’essere chi siamo chiamati ad essere: uomini e donne sempre più di Dio, sempre più dei poveri, sempre più innamorati della vita fraterna e della missione. Siamo chiamati a vivere una vita fraterna che sia attraente perché chi ci vede sia colpito per come ci prendiamo cura gli uni degli altri , per come ci incoraggiamo e ci accompagniamo.”
 


 

Vita di fraternità - Due missionari, attraverso la testimonianza della propria storia vocazionale hanno espresso ciò che significa per loro, in concreto, essere chiamati alla vita di consacrazione secondo il carisma della Comunità.

P. Roberto Atzeni , in comunità fin dagli inizi, ha definito la vita di fraternità come la linfa della sua vita: “Con la nostra fraternità, basata sulla parola di Dio, annunciamo al mondo l’unità. La vita della Comunità è missione nel suo essere e nel suo articolarsi perché ciascun membro è un anello di una grande catena di amore universale che arriva fino ai fratelli della missione.

Roberta Parigi, in comunità dal 2008 ha incontrato Dio durante un’esperienza di campo di lavoro nella comunità di Lonato del Garda e da quel momento ha sentito che la casa dei missionari era diventata una sua seconda casa: non una casa costruita dagli uomini ma da Dio, dalle relazioni di fraternità tra noi giovani e i missionari. “Adesso, ogni volta che vedo la nostra casa piena di gente sono contenta e mi sento orgogliosa che in casa ‘mia’ le persone si possano incontrare con Dio!”
 


 

L'augurio per questi giorni di Raduno è che ogni missionario possa fare un buon cammino di crescita nella profondità del carisma!