Tra il 5 e il 7 agosto 2016, 20 coppie di sposi missionari provenienti dalle comunità di Lonato del Garda, Imola, Villaregia e Pordenone si sono riuniti per gli esercizi annuali dedicati a loro nella Casa madre di Villaregia.

Hanno accompagnato le coppie presenti nel loro percorso i coniugi Gilberto Gillini e Mariateresa Zattoni, consulenti e formatori in ambito familiare, membri della Consulta Nazionale Familiare, docenti presso il pontificio istituto Giovanni Paolo II per gli studi su matrimonio e famiglia. I relatori hanno guidato i presenti attraverso riflessioni, meditazioni, l'analisi delle dinamiche di confronto e delle tappe che si sviluppano nell'arco delle close relationship ovvero delle relazioni più strette e intime. Tema dell'incontro: la dimensione del perdono.

"Spesso ci ritroviamo a condonare più che perdonare per davvero - hanno spiegato i relatori - e questo accade quando percepiamo noi stessi unicamente come “creditori” dell’altro, della vita, a volte di Dio, e ci arrocchiamo sul piedistallo del nostro buonismo e delle nostre discolpe".

Per uscire da questo equivoco, lesivo per la relazione di coppia, i coniugi Gillini hanno proposto un'analisi interiore, realizzata un passo alla volta, verso l'altro: "Dobbiamo - hanno proseguito i relatori - evitare di deresponsabilizzarci e ricorrere alla nostra più grande risorsa: l'ignoranza che abbiamo dell'altro e chiedersi "Perchè agisce così"?. Inoltre, chiedersi come questa relazione appaia agli occhi di Dio fa crescere la lealtà nei rapporti".

Perdonare implica sempre un movimento verso l'altro, accostare il nostro sguardo al suo sulla realtà: il perdono diventa anche apprendimento e porta con sè la gioia di ri-scoprire lo sposo, il figlio, il fratello, come una persona nuova.

I relatori Gilberto Gillini e Mariateresa Zattoni