Nel mese di novembre e dicembre 2015, Agostino Chiapperin, sposo missionario della CMV, ha vissuto un'esperienza in Tanzania, nella provincia di Iringa, presso la Sadani Mission dei Padri della Consolata.

"Non è la prima esperienza che vivo in Africa"  - condivide Agostino - "ma forse questa è stata la più toccante. Quando riesci a dialogare con le persone del luogo, entri nel loro cuore, nella loro vita, nei loro usi e costumi. Ho potuto  vivere cio che significa "toccare Cristo sofferente nei poveri". In un villaggio, chiuso tra due fiumi, agli estremi confini della missione, il sacerdote  arriva più o meno 2-3 volte all'anno, per portare cibo e medicinali. Quando siamo arrivati  ho assistito alla morte di un bimbo di qualche mese, per mancanza proprio di cibo e medicine. Questa esperienza straziante ha toccato il mio cuore, spesso ci penso ancora oggi. La prima domanda è stata: perché io ho tutto e quel bambino non ha avuto la possibilità di vivere per due cose... banali, che io ho? Che cosa ho fatto in più rispetto a lui, per avere tutto. La cosa straordinaria è che la mamma, pur soffrendo immensamente, ha accolto il tutto come un disegno di Dio. E' un dramma che non riesco a superare e la domanda che mi pongo oggi più che mai è in che modo posso aiutarli. Ci sto provando: sto pregando e intercedendo per loro e per l'opera generosa dei missionari che si trovano in prima linea, sto accompagnando economicamnete alcuni casi di povertà, sto raccontando quanto ho vissuto in Tanzania in modo da non dimenticare, sto vivendo con spirito di sacrificio gli imprevisti della mia giornata."

La cucina di una scuola
La polenta è pronta!
Un granaio
Un sacco di mais in testa
Produzione di una bevanda simile alla birra
I bambini pastori
Una macelleria