Il fine settimana scorso abbiamo vissuto, come gruppo GimVi Coppie giovani, la due giorni dal tema “la Misericordia”.

Con sorpresa ci è stato proposto un momento di adorazione davanti “Alla Misericordia” per metterci in sintonia e aiutarci a entrare nella tematica.

La domenica abbiamo meditato  alcuni brani del vangelo di S. Marco che ci hanno permesso di scoprire di più il Verbo misericordioso e la persona di Gesù attraverso l’esperienza condivisa di alcuni di noi.

Le testimonianze sono sempre un momento speciale di conoscenza della persona, della coppia e del “Dio” che c’è in ognuno di noi, in ogni coppia; sono utile strumento per riaccendere le fiammelle dei buoni propositi che a volte il tempo affievolisce.

Abbiamo concluso con la celebrazione Eucaristica per chiedere a Lui un cuore nuovo.

Come sposi ci siamo rinnovati nel perdono, nell’accoglienza e nella scelta di riprendere in mano la Parola, alla sera, perché Lui ci chiama a “ venire in disparte, in un luogo solitario” per “stare insieme” con Gesù per chiedere la grazia di saperci perdonare perché ci rendiamo conto che non è un’ impresa umana.

Come dice Papa Francesco: “Ognuno di noi, nella propria vita, in modo consapevole o inconsapevole e forse a volte senza rendersene conto, ha un ben preciso ordine delle cose ritenute più o meno importanti. Adorare il Signore vuol dire dare a Lui il posto che deve avere… credere, e non semplicemente a parole, che Lui solo guida veramente la nostra vita”.

Grazie a ciascuno perché, con “i tempi lunghi della famiglia”, ci stiamo conoscendo e grazie anche ai Missionari e ai Coordinatori del gruppo perché ci sentiamo accolti “con molta Misericordia” e benevolenza nonostante i nostri ritardi, la confusione dei bambini, la distrazione che molte volte non ci permette di essere presenti al 100% come ci piacerebbe che fosse.  Grazie.