Ecco alcune testimonianze dei giovani partecipanti al 42° Je Shuà: È stata una scossa. Tutti quelli che hanno raccontato la loro esperienza mi hanno trasmesso parte della loro vita. In queste storie ho visto l’Opera di Dio. Vorrei ringraziare per questi giorni. È stata esperienza di un incontro “delicato” con Dio, non forzato. È stato difficile perdonare, lasciarmi perdonare… ma è stata una vera grazia. La gratitudine è il sentimento dominante in questo momento. Vorrei ringraziare le persone che hanno fatto le testimonianze ed i loro occhi. Si vedeva che credevano in quello che hanno detto. Grazie per avermi concesso il dono di entrare nella loro storia sacra. Poi tante delicatezze… tante attenzioni, tanti gesti di affetto concreto che hanno raccontato l’amore di Dio! Sono rimasto stupito da questi giorni. Non pensavo che Dio mi amasse così! Le tematiche, le condivisioni, le esperienze di vita raccontate mi hanno fatto credere all’amore. Mi voglio fidare di Dio! Ed ora ci attendono: la Pasqua Giovani (2-5 aprile), il Pellegrinaggio della Compassione (17-19 aprile), Missione Albania (1-9 agosto). Contattaci per maggiori info: gimvi2.vi@gmail.com

Guarda alcune foto dell'evento.