Duccio Zeme Emily Madronic CMV
Dal 20 al 23 febbraio a Bologna si è svolto il Convegno Nazionale della Pastorale Giovanile dal titolo: "La cura e l’attesa, il buon educatore e la Comunità Cristiana".  Presente al meeting anche la Comunità Missionaria di Villaregia 

P. Duccio Zeme ed Emily Madronic, missionari incaricati della Pastorale Giovanile della CMV in Italia, si sono uniti agli oltre 700 partecipanti provenienti di 165 diocesi italiane per riflettere sulla realtà giovanile oggi. Presenti anche i direttori diocesani della pastorale giovanile e rappresentanti di associazioni e movimenti che lavorano con la Pastorale Giovanile. 
 


P. Duccio ed Emily, al loro ritorno, hanno condiviso la loro esperienza.

Come è stata l'esperienza al Convegno Nazionale della Pastorale Giovanile?

P. Duccio: “E' stata un'esperienza che ci ha arricchito molto. Ci è piaciuta la scelta dei relatori, il fatto che hanno affrontato il tema del Convegno da diversi punti di vista: della fede, della psicologia, dell’educazione, della sociologia. Questo ci ha aiutato ad avere uno sguardo più globale sulla realtà dei giovani di oggi.”

Cosa vi ha colpito di più dell’esperienza?

Emily: “Siamo rimasti affascinati dalla ricchezza dello scambio tra esperienze diverse sul territorio italiano...Uno scambio che aiuta a creare l’alleanza educativa necessaria per costruire una rete ancora più forte per educare insieme i giovani.”  
 


Il tema del Convegno era: “La cura e l’attesa: Il buon educatore e la Comunità Cristiana”. Come diventare buoni educatori?

Emily. “Tra le tante tematiche è stato approfondito il significato del termine "educare"...essenzialmente si tratta di tirar fuori dai giovani il meglio di sè, attirarli al di fuori del loro mondo per metterli in gioco nella costruzione della società".

Quale ruolo hanno i giovani per la Comunità Missionaria di Villaregia?

P. Duccio: “Da sempre i giovani hanno uno spazio speciale nel nostro cuore.  Come Comunità rinnoviamo il nostro impegno a camminare insieme alla Chiesa, a condividere la nostra vita con i giovani, facendo di ogni giorno un laboratorio di umanismo, offrendo spazi di incontro, per stare con loro.  Abbiamo il desiderio di “aprirli” alla Chiesa, al mondo, per fare in modo che si mettano in dialogo con la società.”
 

Lotteria Missionaria CMV 2020