Non si è cristiani per usufruire di particolari servizi dai quali si sarebbe altrimenti esclusi; la Chiesa è una comunità che si costruisce con l’apporto di ciascuno.

Cogliendo questa sfida la Comunità pastorale di S. Maria in Binda (parrocchie di Turbigo, Nosate, Robecchetto e Malvaglio in diocesi di Milano) nel decimo anno di esistenza ha vissuto un momento forte in Quaresima con una settimana animata dalla CMV.

I missionari sono arrivati da Imola, Lonato, Pordenone e Villaregia per unirsi nell’impresa di guidare ogni giorno una serie di incontri nelle quattro parrocchie.

La giornata iniziava alle 6.30 con una S. Messa per i lavoratori, gli incontri con le varie categorie di persone si susseguivano lungo tutta la giornata, alternando momenti di spiritualità nelle chiese, visite agli ammalati e incontri di formazione nelle scuole o negli oratori.

Grande il coinvolgimento di ragazzi e genitori nella “carriola missionaria” che ha percorso le vie dei paesi raccogliendo generi alimentari adatti ad essere spediti in luoghi lontani, nelle missioni della CMV.

Una solenne celebrazione ha concluso la settimana di “missione”, con l’invito a non lasciarsi seppellire nei propri problemi, ma fare un’esperienza concreta di fede, uscire, condividere e moltiplicare la solidarietà per trovarsi tutti più ricchi, vivi e capaci di cogliere le sorprese che il Signore ci riserva.

Un grande grazie al parroco don Pierluigi Albricci, ai sacerdoti, alle religiose, agli operatori pastorali e a tutti quanti hanno contribuito a “costruire” un pezzo di questa bella esperienza.