Capodanno Alternativo Villaregia
Fraternità, preghiera, festa multiculturale, accoglienza, gioia, unità sono state le parole chiave che hanno caratterizzato il Capodanno Alternativo festeggiato a Villaregia.

L'ultima serata del 2016 è iniziata a Villaregia con la Santa Messa durante la quale p. Giorgio ha invitato a pregare il "Te Deum" ringraziando per l'anno vissuto.  Durante l'omelia ha fatto una sintesi del messaggio del Papa per la 50° Giornata Mondiale per la Pace invitando alla "non violenza" come stile di vita e atteggiamento che illumina la vita quotidiana e la politica.

Dopo la Messa, si è vissuto un momento di accoglienza di tutte e 15 le nazionalità presenti. I partecipanti si sono presentati raccogliendosi in due cerchi salutandosi uno di fronte all’altro. E’ stato poi il turno della splendida cena e di un momento di gioco con la tombola. 

La festa è quindi proseguita con un emozionante momento di preghiera per la pace, durante il quale tutti, cristiani e musulmani, hanno chiesto a Dio di divenire strumenti di pace nel mondo.

"Mi sono commossa - racconta Gladys, missionaria peruviana- durante il momento di preghiera perché ho visto la profondità con la quale ogni persona pregava per la pace.  Mentre si alzavano le bandiere delle nazioni dove oggi è in atto una guerra tutti siamo divenuti consapevoli delle tante situazioni di violenza nel mondo. Il silenzio profondo di quel momento era segno evidente dell’unione di molti cuori…non c'era bisogno di tante parole o discorsi."  

Il momento di preghiera si è concluso con il canto "Da fratello a fratello" eseguito da alcuni giovani migranti.  Tutti i presenti sono stati spronati a guardare oltre le apparenze e a vedere l'altro come un fratello. 

La festa è quindi proseguita con musica e balli tipici di diverse nazioni del mondo.  

"Siamo molto contenti dell'esperienza - racconta p. José Mariano, uno degli organizzatori - abbiamo visto una buona integrazione tra italiani e stranieri.  Davanti ai tanti gesti di violenza nel mondo e di fronte alle difficoltà che caratterizzano l'accoglienza e l'integrazione degli stranieri in Italia e in Europa, abbiamo voluto organizzare una serata dedicata alla "costruzione di ponti" in due modi molto concreti: da un lato, abbiamo permesso ai partecipanti di vivere un momento di integrazione nelle diversità attraverso la conoscenza personale e diretta di persone di diverse nazioni e culture; dall’altro, il ricavato dalle offerte libere raccolte durante la serata saranno un dono prezioso per la missione della Comunità Missionaria di Villaregia a Maputo, in Mozambico, dove si sostengono diversi progetti di sviluppo umano.  Crediamo che soltanto costruendo ponti di fratellanza e conoscenza reciproca sia possibile seminare la pace."

Guarda l'album foto

Anche i partecipanti, 140 circa  hanno ringraziato per l'esperienza alternativa: "Questa sera, con mia moglie – racconta Marco di Porto Viro – ho vissuto per alcune ore ciò che preghiamo.. siamo tutti fratelli...l'anima non ha colore."

Il Capodanno Alternativo è soltanto una delle numerose iniziative di sostegno alle nazioni in via di sviluppo che la Comunità Missionaria di Villaregia porta avanti. Assieme a queste è attivo anche un progetto di accoglienza e integrazione per i richiedenti asilo.



Contattaci:

Comunità Missionaria di Villaregia

Frazione Villaregia, 16

45014 Porto Viro (RO)

P. José Mariano:  +39 346 503 8220

email: josemarianoromaguera@gmail.com