La missione continua anche in quarantena, anche quando pare siamo chiamati a #rimanereacasa.


P. Luca Vitali e Cristina Emiliani, della Comunità Missionaria di Villaregia di Vedrana, in collaborazione con i giovani della Compagnia "Quelli della Via” hanno tenuto, per conto del Centro Missionario Diocesano di Forlì, un incontro sulla figura della beata Benedetta Bianchi Porro.

La giovane forlivese, costretta a letto da una malattia, è stata una vera e propria apostola e missionaria del Vangelo dell’amicizia. Ha intessuto con tanti giovani e amici relazioni nelle quali ha aiutato a scoprire la bellezza della vita. Lei immobile, sorda e infine cieca, in grado di comunicare solo con un filo di voce e due dita della mano, ha fatto conoscere l’amore di Dio a tanti attraverso le lettere che dettava alla madre.
 

Durante il video-incontro p. Luca e Cristina hanno condiviso la sua testimonianza di amica, sorella e apostola per tutti, col desiderio di mostrare la sua missionarietà che, in questo tempo strano, può essere uno stimolo per scelte creative e audaci raggiungendo quanti, nella sofferenza e nel dolore, aspettano una mano tesa capace di offrire uno spazio autentico di ascolto e condivisione.

 

Benedetta è un modello per la Chiesa che anche oggi si sente chiamata ad annunciare un amore più forte della morte all’interno di relazioni fraterne e di amicizia. Relazioni che in questo tempo di emergenza da COVID- 19 possiamo riscoprire come parti essenziali delle nostre vite.

È possibile ascoltare l’incontro sul nostro canale YouTube al link Benedetta Bianchi Porro: rimanere a casa e abitare negli altri 


Ti potrebbe interessare:

Le parole per relazioni nuove

Andrà tutto bene?

 

Centro missionario diocesano Forlì