"Battezzati e inviati" è stato lo slogan che ha accompagnato la giornata della Festa della Sacra Famiglia nella Comunità Missionaria di Roma. Tutti i membri si sono riuniti per celebrare una festa che riconosce nei volontari la chiamata di Dio, un dono per gli altri; un momento di gioia, condivisione e famiglia


Dopo un momento iniziale di preghiera, abbiamo ricordato quello che le varie Comunità italiane hanno vissuto nell’Ottobre Missionario, che quest’anno è stato definito straordinario per volere di Papa Francesco.

 

Guidati dallo slogan “Battezzati e inviati”, siamo stati chiamati a partecipare ed evangelizzare in diversi modi: dalla partecipazione a eventi ecclesiali che si sono svolti a Roma, all’esposizione della mostra missionaria “Il mondo visto da un’altra prospettiva” in vari luoghi: da Lonato del Garda a Bologna, fino a Nola. Villaregia ha aperto le porte a vari momenti di solidarietà, mentre a Quartu Sant'Elena le attività hanno riguardato soprattutto le testimonianze dei missionari.

Il Sinodo sull’Amazzonia, indetto da Papa Francesco, e la Veglia Missionaria che si è svolta nella Basilica di San Giovanni in Laterano, sono stati i momenti conclusivi del mese missionario. Il mandato del Pontefice, a conclusione dell’ottobre missionario, è chiaro:

 

“Il mese missionario non finisce, ma continua nell’ordinario”.

 

 

La giornata è continuata con la testimonianza di Elisa Lisiero, missionaria per anni in missione a San Paolo in Brasile, che ha portato idealmente i presenti nella missione in America Latina.

 

La missione - ha detto - è per me incontro, essere compagni dei poveri, ospiti nella casa degli altri.

 

 

Momento centrale dell'incontro è stato l’ascolto della testimonianza dei missionari che si apprestano a partire per la nuova missione in Etiopia, e l’invio - con la consegna del crocifisso - durante una commovente messa comunitaria.

 

Padre Emanuele Ciccia, Teresa Zullo, Maria del Carmen Pagan ed Elisabetta Fabbri sono partiti il 13 dicembre per la Prefetturaapostolica di Robe, a circa 400 chilometri di disttanza dalla capitale Addis Abeba. “Partiamo con la gioia nel cuore - hanno detto - ci sentiamo inviati e non soli. Ci sentiamo accompagnati dall’intera Comunità Missionaria di Villaregia”. 

 

 

Cana, Weekend per sposi
Parrocchia San Romualdo