09 Dicembre 2019

In collaborazione con la Diocesi di Roma, il Centro per la Cooperazione Missionaria tra le Chiese e l'associazione Finestra per il Medio Oriente, un incontro per celebrare il primo anniversario della beatificazione dei martiri d'Algeria


Lunedì 9 dicembre  alle ore 20.15 presso la Parrocchia di San Frumenzio, in via Cavriglia, 8 a Roma, ci sarà l'incontro "La nostra morte non ci appartiene".

 All'incontro interverranno padre Thomas Georgeon, postulatore della causa di beatificazione, e il professor Ambrogio Bongiovanni, docente alla Pontificia Università Gregoriana. Sarà preceduto alle 19.00 dalla Santa Messa presieduta dal vescovo ausiliare di Roma, mons. Gianpiero Palmieri.

 

I martiri beati - Diciannove religiosi di 8 diverse congregazioni (13 religiosi, fra cui un vescovo e 6 religiose), quasi tutti di origini straniere, sono stati uccisi in Algeria negli anni dal 1994 al 1996, quando i gruppi islamisti armati erano al potere. Pur comprendendo i rischi a cui andavano incontro, scelsero di restare nel Paese, per offrire speranza al popolo algerino e per essere un segno di presenza cristiana, in dialogo con il mondo islamico. 

I martiri d'Algeria sono stati proclamati beati l'8 diciembre 2018  ad Orano, in Algeria, nel Santuario di Notre-Dame di Santa Cruz, nella messa presieduta dal card. Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e inviato speciale del Papa.

 

 

Dal 6 dicembre 2019 sarà esposta nei locali della parrocchia (sala Mamre) la mostra "Le nostre vite sono già donate", una mostra promossa dalla casa editrice Emi (Editrice Missionaria Italiana) con testi, testimonianze e fotografie per conoscere da vicino i 19 martiri attraverso fotografie d'epoca e testimonianze dirette. 


L'incontro è aperto a tutti. Vi aspettiamo!

Scarica qui la locandina

 

Cana, Weekend per sposi
Parrocchia San Romualdo