Inclusione e accoglienza: questi gli ingredienti principali del progetto "Indovina chi c'è a pranzo?" proposto dalla Comunità Missionaria di Villaregia a Quartu Sant'Elena. Un'iniziativa che nasce da un'idea di una coppia di sposi, Davide e Rossana Marra, che per diverso tempo hanno accolto in famiglia un ragazzo senzatetto algerino. 


Ad oggi sono diverse le famiglie cagliaritane che hanno scelto di aderire al progetto "Indovina chi c'è a pranzo?" e che accolgono a pranzo, una volta al mese, ragazzi immigrati provenienti soprattutto dalla Costa d'Avorio, Ghana e Mali. Le famiglie che hanno dato la loro disponibilità ospitano uno o due giovani a casa loro per pranzare insieme. Gli incontri che si realizzano sono molto belli, arricchiti dall'accoglienza per cui il popolo sardo è rinomato e dalle tipiche pietanze isolane. 

Ahmed, uno dei ragazzi ospiti, mentre era a tavola, commosso, ha detto alla famiglia che l'aveva ospitato: "Era da tanto che non sentivo aria di casa!". 

Un'esperienza profonda, come descrive Rossana Marra: "Il nostro desiderio è quello di vivere un'accoglienza diretta, per favorire l'inclusione e farli sentire parte della nostra società. Li accogliamo nelle nostre famiglie, nella nostra vita quotidiana, per favorire il loro inserimento nel nostro Paese e per permettergli di intessere relazioni con chi vive in questo territorio".
 

 
David, Martina e Alberto prestano servizio alla mensa del povero di Quartu e sistemano la verdura che arriva dal mercato di Cagliari


Anche i missionari, ogni giovedì, accolgono a pranzo, in comunità, giovani immigrati e aiutano diverse famiglie sarde che faticano ad arrivare a fine mese. Grazie, infatti, al pane donato da alcuni panifici di Quartu e alla generosità di diverse commercianti del mercato comunale di Cagliari, i missionari riescono ad aiutare una cinquantina di famiglie, grazie anche alla rete intessuta con le associazioni e parrocchie della zona.
 

 
Una coppia con due giovani migranti ospiti a pranzo


L'amore si moltiplica: anche i giovani del gruppo missionario si dedicano a chi ha bisogno, prestando servizio presso la mensa dei poveri di Quartu e, insieme ad altri volontari, due sere alla settimana, fanno visita ai senza fissa dimora portando un té caldo, una coperta, ma soprattutto la loro vicinanza, l'ascolto e il sorriso fraterno. Uno di loro ci ha raccontato la storia di Francesco, 45 anni, che dormiva sotto i portici del Banco di Sardegna. Diabetico, la sua situazione di salute peggiorava continuamente. I volontari dell’unità di strada sono riusciti a trovargli un posto al coperto dove dormire e ricevere le cure necessarie. Mentre lo stavano accompagnando, Francesco ha ringraziato, in lacrime e con un sorriso ha detto: “E’ bello sentirsi amati, grazie!”.
 

> Desideri, con la tua famiglia, accogliere a pranzo, una volta al mese, un giovane immigrato? 

> Sei un ragazzo o una ragazza e desideri offrire il tuo aiuto a chi vive, quotidianamente, situazioni di disagio e povertà?

 

yes CONTATTACI E DAI LA TUA DISPONIBILITA'!

Per informazioni (zona CMV di Quartu):
Cell.: 345 30 57 003 (Rossana - Davide)
Mail: rossanaguiso@tiscali.it 

Per le altri Comunità CMV in Italia:
mailpastoraleprossimitacmv@gmail.com