Simonetta, responsabile della sede di Quartu Sant'Elena, scrive una lettera a tutti gli amici della Comunità per esprimere la nostra vicinanza e il ricordo nella preghiera in questo tempo di emergenza


Carissimi, 

vi raggiungiamo con queste righe per far comunione con voi in questo momento difficile per tutti. I giorni della quarantena, e anche questi che stiamo vivendo, sono stati e sono caratterizzati dalla preghiera di intercessione gli uni per gli altri, per chi più soffre, per chi si sta donando a servizio degli altri, dei sofferenti.

Ma sono anche scanditi da una riflessione più approfondita e dallo studio, spesse volte rimasto più ai margini, vista la vita piuttosto piena che normalmente conduciamo; e anche dai numerosi contatti con le persone, dai familiari agli amici, dai conterranei a coloro che abbiamo incontrato durante il nostro pellegrinare di comunità in comunità; dalla condivisione della vita con le altre nostre Comunità.

 

Stiamo bene, sia di salute sia spiritualmente. Certamente, come tutti, in trepidazione a causa di questo male che sta opprimendo ormai il mondo intero; sentiamo con voi e come voi il peso di una situazione carica di incertezza.

Stiamo anche dedicando tempo per restare informati sulla situazione generale di questo fenomeno e accompagnando ciò che il Papa e i nostri Pastori ci stanno via via indicando come segnali e come impegno per vivere questo tempo il più evangelicamente possibile. Tempo che coincide con la Quaresima, la strada che ci conduce alla Pasqua: questo è veramente un cammino quaresimale, di sofferenza, ma che crediamo e speriamo con tutto noi stessi ci porterà alla Pasqua di risurrezione.

 

In questi giorni vi abbiamo e vi stiamo pensando tanto. Vi immaginiamo nelle vostre case, con tante preoccupazioni nel cuore, ma anche con quella fede che non si piega neppure sotto un peso così grande, come quello del coronavirus. Vorremmo proprio unirci in questa fiducia nella potenza del Signore e della sua Misericordia. Nei giorni scorsi P. Amedeo, dall’Etiopia, ci ha scritto e vorremmo qui ricordare alcune sue parole che ci aiutano tanto:

“Ci risuonino con forza nel cuore le parole di Gesù: ≪Neanche un passero cade a terra senza che il Padre vostro lo voglia. Quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque timore: voi valete più di molti passeri!≫ (Mt 10, 29b‒31). Non siamo soli neppure in questa prova. Ci è accanto anche la Madre a cui il Papa sta affidando il mondo intero in questa situazione”.

 

Con queste parole cariche di fiducia, vi salutiamo. Che lo Spirito ci illumini per vivere il nostro essere comunità per la missione in questa inusuale circostanza; sappiamo che il carisma è un “seme” che può germogliare in qualunque terreno.

Anche se da lontano, un caro e forte abbraccio a ciascuno.

 

                                                                                                              Simonetta Pili

Se hai bisogno di contattarci in questo momento particolare puoi farlo telefonando al n. 070 813130.

Puoi continuare a seguirci sulla pagina facebook.