Chi meglio di una persona che ha vissuto il Giona  dal 20 al 22 marzo, può parlarne e descriverne le sensazioni a caldo? Dalle risposte ricevute si percepisce immediatamente l'entusiasmo, l'abbondanza di emozioni, lo stupore che questa esperienza ha permesso di vivere: un risveglio, una rinascita! 

“Dopo un lungo sonno, ora inizia la mia primavera!”  “Mi sembra l’inizio di qualcosa di Bello!

Darsi l'opportunità di viverlo, fidarsi di chi ci invita, di chi ce lo propone e capire perché non si può perdere tale occasione! Farsi un vero regalo: una occasione unica, l’occasione unica di incontro con Dio,  di incontro con ragazzi coetanei! 
Così hanno descritto i loro sentimenti alcuni amici che l’hanno vissuto: 

“Coinvolgente, emozionante, commovente!  Mi sono sentita amata. Ora ho le idee più chiare”
 “È stupendo potersi confrontare con i propri coetanei, grazie!” 

Il Giona è stato vissuto in tanti modi diversi e ha offerto spunti di riflessione profondi e mirati a chi, single o fidanzato, vivendo tra i trenta e i quarant'anni, è “alla ricerca”. Ciascuno con il proprio vissuto, le proprie esperienze, le idee a volte confuse sulla meta o sul percorso, il bisogno di fare scelte e portarle avanti nonostante tutto e con costanza. 

“Sento finestre aperte sul mio corpo, sulla mia anima. Sento una brezza tiepida che abbraccia ciò che ho dentro. Sento accesa una luce tenue, ma viva: ora ancora più viva…Vedo un orizzonte luminoso. Sarà un bel cammino, amici miei…”
Chiunque abbia voluto aprirsi all'ascolto ha tratto dal Giona stimoli nuovi e nuove energie per darsi da fare e realizzare ciò che rimandava da ormai troppo tempo…

“Che dire? Ho una forte voglia di avvicinamento alla fede, una forte voglia di cambiare percorso, una forte voglia di rimettermi in gioco, con gli affetti, con gli amori, le amicizie, seguendo gli insegnamenti di Gesù. La vita  ha ancora tanto da darmi e io ho deciso di dire SI!!!