I giovani missionari della comunità di Belo Horizonte hanno vissuto dal 21 al 24 luglio scorso l’esperienza delle Ferie Missionarie: i partecipanti hanno partecipato all’iniziativa con spirito di amore per il prossimo, altruismo e un concreto desiderio di donare le proprie forze e il proprio tempo in favore dei fratelli più poveri.

Ed è dalle parole del giovane Daniel Magalhâes che meglio traspare l’impegno e l’amore che i ragazzi hanno offerto alle persone incontrate lungo il cammino della loro esperienza:

INCONTRO CON I POVERI

Il primo giorno delle ferie missionarie, abbiamo affrontato il tema principale: chi può essere considerato povero e cosa rappresenta per noi. Siamo giunti alla conclusione che esistono vari tipi di povertà, ossia mancanze che non permettono all´individuo di vivere bene. Siamo andati incontro a questi poveri nei giorni di missione, in particolare entrando nella casa del signor Crispino, un umile abitante della Vila Paraiso (una delle zone piu´povere della nostra parrocchia di San Sebastiano). La sua casa è molto semplice e purtroppo trascurata: grazie al lavoro dei giovani del GimVi è stata ripulita e sistemata.

INCONTRO COL POPOLO MOZAMBICANO

Il secondo giorno siamo stati invitati a vivere una giornata di comunione con i fratelli mozambicani, dedicando a loro ogni nostra azione e sacrificio: ci siamo suddivisi i lavori e ciascuno ha dato il suo contributo. A pranzo abbiamo mangiato il piatto tipico del Mozambico, il famoso “Chiguinha”, con mandioca, arachidi, latte di cocco,  riso e fagioli. Poi ancora lavoro. Arrivato il momento della doccia siamo stati invitati ad utilizzare non più di due brocche d’acqua per poter sperimentare la ristrettezza nella quale vivere il povero ogni giorno. Per completare la nostra comunione con questo popolo, la sera abbiamo vissuto una messa tipica mozambicana.

GIOIA DI EVANGELIZZARE

Durante la terza giornata abbiamo realizzato un´attività di evangelizzazione, nel centro di Belo Horizonte, durante la quale è stata realizzata una scenetta teatrale con l’intento di trasmettere l’amore di Dio alle persone e ai giovani che si avvicinavano. La sera il gruppo si è diviso per partecipare alle diverse messe nelle cappelle della nostra parrocchia. Al termine ci siamo riuniti di nuovo per vivere un momento di gioco e amicizia.

UNA NUOVA VITA… COL POVERO NEL CUORE!

L’ultimo giorno, una signora del luogo ha condiviso la sua esperienza di incontro e aiuto ai poveri e al termine di questo momento, alcuni partecipanti hanno condiviso le loro impressioni sull’esperienza appena vissuta. Infine, nella messa finale, abbiamo ringraziato per i bei giorni di comunione e servizio vissuti insieme.