veglia missionaria 2015

Battesimo porta della missione è il titolo della veglia missionaria, svoltasi il 17 ottobre a Lugo, nella diocesi di Imola. La bella chiesa della Madonna del Carmine ha accolto l’evento organizzato dal Centro Missionario Diocesano con la collaborazione di diverse realtà ecclesiali della diocesi compresa anche la nostra comunità.

In forza del battesimo ogni cristiano deve sentirsi investito del compito missionario e a maggior ragione - dice Papa Francesco - gli uomini e le donne che seguono Cristo più da vicino assumono pienamente il suo medesimo carattere missionario. A partire da questo principio la veglia è stata animata dalle testimonianze di persone consacrate. Il voto di povertà è stato messo in luce dall’incontro con i poveri della missione, tra i quali ha vissuto per tanti anni Sr Marianna (Istituto San Giuseppe di Lugo). Con entusiasmo Sr Graziana, delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù Agonizzante, ci ha parlato di un amore vergine che tocca i poveri facendo loro percepire la paternità e maternità di Dio. Padre Mimmo, carmelitano, ci ha donato l’esperienza di obbedienza vissuta al seguito di Gesù. Ed Infine Marisa Piva, missionaria della CMV, ha condiviso la testimonianza di una comunità, quella della Costa d’Avorio, come luogo che evangelizza anche nella bufera della guerra e dalla quale i poveri attingono la forza di annunciare.

Dopo l’adorazione animata dal Vescovo, Mons. Tommaso Ghirelli, l’annuncio è stato il grande momento conclusivo della veglia, guidato da Sr Maria Suzzi: alcuni dei presenti si sono suddivisi in cinque gruppi e sono andati nei bar e ristoranti della città a portare una frase del Vangelo e ad invitare in chiesa la gente che incontravano per un breve momento di preghiera. Qualcuno ha risposto all’invito e si è lasciato toccare da un annuncio carico di entusiasmo e di amore come deve essere quello di un evangelizzatore al seguito di Gesù.

 

veglia missionaria 2015
veglia missionaria 2015
veglia missionaria 2015
Centro missionario diocesano Forlì