Un amore inossidabile

Per P. Luca Vitali, da poco giunto nella comunità di Imola, gli studi di licenza in teologia spirituale, quasi conclusi alla facoltà teologica di Padova, sono stati una provvidenziale occasione per approfondire la conoscenza di Annalena Tonelli, con la quale condivide due importanti caratteristiche: stessa terra d’origine, Forlì, stesso amore per la missione. Coincidenze che non sono sfuggite a Don Pietro Fabbri, Vicario generale della diocesi di Forlì che ha chiamato padre Luca per celebrare il dodicesimo anniversario della morte di Annalena, uccisa il 5 ottobre 2003 da un commando islamico nell'ospedale da lei stessa fondato a Borama, in Somaliland. Per ricordarla martedì 6 ottobre il vescovo, mons. Lino Pizzi, ha presieduto alle 20.30 la s. messa, seguita da un’appassionante lettura della vita di Annalena attraverso la quale P. Luca ha saputo mettere in evidenza il motore trainante di tutto l’agire della missionaria forlivese: un amore di misericordia inattaccabile e inossidabile che gli ostacoli, le minacce ed il tempo non hanno potuto distruggere, ma piuttosto hanno alimentato.

Così, nell’anno dedicato alla misericordia, questa donna ci dice quanto l’amore femminile, più di ogni altro può esprimersi con questa caratteristica: di cuore e di viscere che si lasciano muovere dalla “miseria” altrui.

Possiamo aggiungere, allora, che commuoversi per le sofferenze che vediamo attorno a noi non è un segno di debolezza, né una fragilità tipicamente femminile, ma è piuttosto un dono che ci rende capaci di amore misericordioso.

Chi fosse interessato al lavoro redatto da P. Luca può chiedere informazioni al 0542.642824.

Un amore inossidabile
Un amore inossidabile
Un amore inossidabile
Un amore inossidabile
Un amore inossidabile
Centro missionario diocesano Forlì