Imparare dalla famiglia

Alla vigilia dell’apertura del sinodo dei Vescovi sulla Famiglia la Diocesi di Imola ha invitato i fedeli ad un momento di preghiera con testimonianze di famiglie ed una processione che si è snodata dalla chiesa principale di Voltana (RA) alla piccola e accogliente Chiesa nuova situata a qualche chilometro dal centro del piccolo paese della diocesi di Imola.

Tre le testimonianze che hanno dato colore alla preghiera. La prima testimonianza è stata data da Michela e Paolo Bottau, sposi missionari della Comunità Missionaria di Imola. A loro è seguita la testimonianza di Angelo, sposato, divorziato ed ora impegnato nel cammino del Rinnovamento nello Spirito, grazie al quale ha riscoperto un rapporto nuovo con Dio e forza per affrontare gli imprevisti della vita. Infine Ilaria e Michele, giovani sposi, impegnati nel movimento di Comunione e Liberazione.

Paolo e Michela hanno sottolineato il valore del tempo: dono ricevuto da Dio e che a Lui deve ritornare attraverso l’impegno a vivere la fede e a donare la vita con generosità, dando ai poveri della missione un’attenzione speciale. Tutte testimonianze che ci hanno aiutato a cogliere la bellezza della famiglia, anche quando, come nel caso di Angelo, essa deve affrontare problemi gravi che non trovano soluzione. Ma non solo, esse ci hanno aiutato a cogliere la forza che aiuta queste coppie a camminare, ed è l’aver incontrato Dio. Attraverso di esse troviamo conferma nelle parole di Papa Francesco, pronunciate alla veglia per il Sinodo della Famiglia, a piazza San Pietro: “nel sinodo non vogliamo guardare ai problemi della famiglia, vogliamo bensì imparare dalla famiglia”. Sì, alla famiglia possiamo guardare per imparare ed è ciò che abbiamo sperimentato al termine della processione di Voltana.

Imparare dalla famiglia
Imparare dalla famiglia
Imparare dalla famiglia
Centro missionario diocesano Forlì