I missionari condividono

L’Assemblea Generale Straordinaria della CMV si è appena conclusa ed i partecipanti sono ritornati nelle proprie comunità, carichi di un’esperienza stimolante e forte. Dalla comunità di Imola hanno partecipato P. Marco Pizzato, in quanto responsabile, Paola Pavan in qualità di delegata e P. Duccio Zeme come traduttore per la lingua portoghese. Per i tre missionari l’evento, vissuto a Lonato del Garda (BS) dall’11 giungo al 12 luglio, insieme ad altri 45 confratelli, è stata un’esperienza di Dio; la sua presenza si coglieva nella serenità con la quale sono stati vissuti i diversi momenti dell’assise: nelle relazioni, nella condivisione, nelle votazioni, durante gli esercizi iniziali e nelle celebrazioni eucaristiche. Il sostegno della preghiera di tanti si percepiva inequivocabilmente. Vogliamo condividere alcune impressioni di questo momento storico per la vita di tutta la CMV.

P. Duccio, in quanto traduttore, ha partecipato all’Assemblea da dietro un vetro ma: “Di fatto sento di aver partecipato in prima persona. Dal vetro ho contemplato la semplicità della nostra vita, impastata di fraternità… E’ il sogno di Dio, persone diverse per sesso, stato di vita, età e provenienza… che si vogliono bene. Questo è il miracolo: quando Dio è il centro la fraternità è possibile. Ringrazio perché insieme abbiamo rivisitato la nostra storia con uno sguardo credente, riconoscendo la presenza di Dio che mai ci ha abbandonati”.

“Sì, abbiamo vissuto un’esperienza unica - aggiunge Paola - durante la quale la presenza di Dio si è fatta sempre più evidente. Quando abbiamo eletto il nostro nuovo Presidente, P. Amedeo Porcu ed i Consiglieri, l’accordo è stato facile. Il lavoro che poi è seguito alle elezioni è stato il frutto di una comunione concreta, costruita nella condivisione semplice e sincera e nella ricerca costante della volontà di Dio, non dei nostri desideri personali.”

Riguardo a questo aspetto, P. Marco aggiunge: “ogni giorno abbiamo pregato insieme per cercare questa volontà di Dio e prima di iniziare la giornata si pregava con l’Adsumus (siamo qui davanti a te), preghiera recitata all’inizio di ogni sessione del Concilio Vaticano II: “Insegnaci, o Spirito Santo, ciò che dobbiamo fare, mostraci il cammino da seguire, compi tu stesso quanto da noi richiedi. Sii tu solo a suggerire e guidare le nostre decisioni”. Crediamo che lo Spirito Santo abbia illuminato il nostro discernimento attraverso il quale abbiamo individuato alcune linee che ci guideranno nei prossimi anni, e che porteranno la Comunità ad esprimere al meglio il carisma della comunione e della missione che il Signore le ha affidato”.

I missionari condividono
I missionari condividono
I missionari condividono
I missionari condividono
Centro missionario diocesano Forlì