Non c’è dubbio: si è trattato un momento gioioso e intenso di vita comunitaria, quello del ritiro di due giorni dei GimVi, Gruppi di impegno missionario, che ha coinvolto adulti, coppie, giovanissimi e bambini. Tra il 30 aprile e il 1 maggio il programma delle due giornate ha previsto per ogni gruppo l’alternanza di momenti di formazione, incontro, fraternità, preghiera. 
E la novità quest’anno ha riguardato non soltanto il focus tematico, Le opere di misericordia, ma anche la modalità dell’approfondimento e dell’esposizione di ognuna di esse, infatti non soltanto i missionari, ma anche i membri aggregati in prima linea si sono cimentati nel presentare le diverse opere di misericordia con fantasia, profondità e impegno!
La testimonianza di Emanuela Colussi, missionaria attualmente nella missione di Maputo, Mozambico, ha anche aiutato i presenti a conoscere e quindi amare questo popolo africano, che lotta ogni giorno con dignità per la propria sopravvivenza e il proprio riscatto.
Un mercatino missionario ha portato una nota di colore all’evento, ma il colore più bello forse è stato quello della gioia dello stare insieme da fratelli.