Il 2 giugno 2015 tutta la Comunità di Pordenone, missionari, consacrate nel mondo e sposi missionari si è riunita assieme ai volontari per affidare alla SS. Trinità il proprio cammino personale e comunitario. 
 
La meditazione del giorno si è incentrata sulle parole di Papa Francesco, sintetizzate in sette punti, che tracciano il profilo del consacrato – ma anche del cristiano -  del nostro tempo: i cristiani sono consapevoli di essere poveri peccatori, ma capaci di cercare e trovare Dio in tutte le cose; mantengono un pensiero aperto, con il coraggio di testimoniare che è possibile pensare, agire e di vivere in modo diverso, sono trasmettitori di vita con l’aiuto di Dio, si sentono fratelli di tutti, e vivono la loro missionarietà essendo disposti a valicare quelle frontiere simboliche ed esistenziali che caratterizzano la nostra epoca e cultura.
 
Comune è stato il desiderio di mettere il carisma comunitario a servizio della Chiesa, ed accogliere questa esortazione ad uscire per essere presenti nei crocevia, per confrontarci con le esigenze brucianti dell’umanità bisognosa della buona Notizia.
 
Al termine della giornata, nel corso della Celebrazione eucaristica, un missionario, una missionaria, una consacrata nel mondo e tre coppie di sposi missionari hanno espresso la loro appartenenza all’Opera con il rinnovo della professione dei voti.
 
La giornata è trascorsa all'insegna della gioia e della festa, ciascuno si è sentito grato della presenza gli uni degli altri!